Teatro Verga, uno spreco lungo 20 anni per un luogo fantasma

Più di 900 posti, l’ultima gara di appalto risale al 2011 con una somma spesa pari a 2.410.000 euro. I primi lavori risalgono al 1997. Denaro pubblico impiegato, in venti anni, pari a 11.016.361 euro ma il Cineteatro Verga di Via Santi Coronati rimane chiuso, un’enorme, inutile spesa sprecata. “Un po’ quello che accade con l’Ostello della Gioventù – commenta Lucia Catalano presidente di Progetto – quasi completati i lavori, luogo chiuso. E’ davvero questo il destino dei nostri contenitori culturali?
E’ davvero un luogo in vendita, anche questa rimane una domanda a cui nessuno dà più una risposta chiara. Vogliamo con questa iniziativa ricordare – conclude Lucia Catalano - alle istituzioni coinvolte che la nostra rimane e rimarrà un’azione pressante per la città”.
Ieri mattina tre i gruppi musicali, i Walmus Brothers, i Meteora e Lemon Tripp coordinati da Andrea Miano ed Emiliano Bordone, che hanno accolto l’invito di Progetto Siracusa a suonare fuori dal Verga, per questo ottavo Sabato dello Spreco.
“Questi giovani non hanno neanche l’età per ricordare cosa ci sia dietro queste porte imbrattate e chiuse e la loro non è un’azione politica, sia chiaro. La nostra, di Progetto Siracusa, sì - aggiunge il portavoce Ezechia Paolo Reale - e deve essere l’intera città a partecipare e ad esser coinvolta.
Questo teatro è l’ennesimo spreco, è un segnale di una città che non si muove, che non vuole credere in se stessa.
Diciamo, con forza, che non vuole essere una polemica contro il sindaco ma una spinta a non togliere più spazi, utilizzarli, metterli in sicurezza, e consegnarli ai giovani, ai professionisti della musica. Questo consentirebbe lavoro, cultura, impiego e impegno di giovani. Enti regionali, provinciali e comunali, tutti, se non danno la possibilità di aprire questi spazi non fanno che impedire che questa città cresca davvero. Tutti dobbiamo partecipare al dibattito - conclude Paolo Reale - che deve esser quello di vedere la propria città vigile a ricordare quali siano le vere opportunità che non vengono utilizzate, questo è il vero spreco, secondo noi di Progetto Siracusa”.

Pubblica su Facebook