Siracusa, ciliegina sulla torta ecco la punta Mario Marotta

di Armando Galea

E meno male che c’era Bianco e la sua “banda” a pensarci alla trasferta di domenica! E non perché il Cosenza non sia la buona squadra che è, ma perché il calciomercato di riparazione e la rassicurante vittoria sul Racing Fondi ci avevano portato lontano dal campionato che invece torna d’attualità con uno di quegli incontri che risveglia vecchi ricordi di accanite battaglie sportive fra leoncelli e lupi della Sila, sempre mantenute però entro l’alveo di un sano agonismo. Non per niente costituisce una delle più antiche classiche di terza serie che per l’importanza di classifica che riveste, e che richiamerà anche quest’anno al San Vito-Marulla il pubblico delle grandi occasioni. Lavoro certosino quindi sia per il Siracusa che non intende assolutamente mollare la quarta posizione e il Cosenza che vuole a tutti i costi sfruttare l’occasione per sostituirsi agli aretusei proprio in quella posizione di prestigio. E se Bianco ha strigliato i suoi con sedute atletiche la mattina e con prove tecniche il pomeriggio, Braglia non è stato da meno anche se per la squadra cosentina, a sottolineare l’importanza che si dà all’incontro di domenica, c’è stato anche l’intermezzo di una partitella col Roggiano. A movimentare questa vigilia, qualche assenza di rilievo nell’una e nell’altra squadra. A Bianco verrà a mancare Daffara che, già in diffida si è preso domenica scorsa un’altra ammonizione e a Braglia il duo Mipoku e Loviso, un difensore e un metronomo di centrocampo. Per la sostituzione del difensore aretuseo si profilano due possibilità. La prima, quella di trovare una soluzione interna con lo spostamento di Liotti a destra e, l’arretramento di Parisi a sinistra e la seconda, quella di lanciare da subito nella mischia l’ex Pro Vercelli, Bruno. Possibile la prima, in considerazione del noto conservatorismo di Bianco, rischiosa la seconda per un reparto che già risente della mancanza di Turati e ora, anche di quella di Magnani. E mentre la squadra dopo la seduta di rifinitura si appresta a raggiungere Cosenza, arriva la notizia del tesseramento di Mario Marotta, attaccante 28enne ex Casertana, attualmente in lista di svincolo, che viene ad aumentare il potenziale offensivo della squadra di Bianco. Sulla scia di un rinnovato entusiasmo il presidente Cutrufo ha deciso infine, a far data dalla prossima partita interna con l’Akragas, di abbassare i prezzi degli ingressi allo stadio. Un provvedimento accolto con comprensibile soddisfazione della tifoseria e interpretato anche come effetto della ritrovata armonia.

Pubblica su Facebook