Seminario “Le logiche dell’inconscio nell’arte, cultura, bellezza”

Le logiche dell'inconscio manifeste nell'arte, nella cultura, nella bellezza è stato l'argomento del seminario aperto al pubblico organizzato nell'occasione del X anniversario delle attività dal Centro Studi Specialistici ExDucere nel settecentesco ex Convento del Ritiro nel quartiere della Graziella in Ortigia, già Scuola d'arte nel XX secolo, sito in via Vincenzo Mirabella, insigne musicista siracusano. Il seminario nel suo primo appuntamento ha mirato a un ritorno dell'uomo alla sua armonia naturale nel suo intero ciclo vitale e l'immagine del viso femminile nella locandina ha ben simboleggiato tale concetto. I contorni del profilo sono segnati dallo stelo di un fiore che con le sue foglie determina sopracciglio e ciglio oculare mentre una lieve farfalla circoscrive le narici e un fiore dello stesso stelo forma le morbide e colorate labbra.
Una immagine, dunque, che ben esprime il senso e lo scopo della manifestazione che ha avuto inizio e si è conclusa con una performance artistica tra voce e danza, quanto dire tra musica e movimento, espressioni dell'anima attraverso i mezzi fisici, realizzata da Raffaele Schiavo e Gianna Parisi.
L'incontro è proseguito con il susseguirsi delle relazioni degli esperti presentati dalla dottoressa Valentina Pizzo: Il dottore Giovanni Moruzzi, medico oncologo, ha parlato di dignità della vita nel trattamento dei malati terminali. Raffaele Schiavo, musicista e terapeuta, ha evidenziato il valore della voce, quale importanza riveste l'espressione verbale nella vita quotidiana fino alla morte. La dottoressa Valentina Leonardi si è soffermata sul rischio dell'anoressia nella ricerca dell'estetica del corpo. La dottoressa Letizia Lampo, psicologa e pedagogista clinico, ha posto l'accento sulle logiche dell'inconscio affinché ognuno attraverso la drammatizzazione del vissuto personale e familiare possa acquisire una modalità nuova e creativa di guardare le esperienze vissute.
Magari per superare eventuali problematiche del proprio sistema di vita.
Al seminario ha fatto seguito un altro teorico-pratico sull'influenza della psico-genealogia e costellazioni familiari sull'individuo e i suoi riflessi sociali con Umberto Carmignani, fondatore dell'Associazione "La città della luce".
Giovanna Marino

Pubblica su Facebook