Scuola Archia, mandato ai dirigenti per soluzione

Nuovo incontro al Comune per trovare una soluzione idonea sugli esuberi della scuola Archia, il dirigente dell'Ufficio tecnico, Natale Borgione, e quello del settore Politiche scolastiche, Loredana Caligiore, proporranno una riorganizzazione delle aule disponibili per superare il problema dei doppi turni e degli esuberi all'Istituto comprensivo “Archia”. È quanto è stato deciso ieri mattina nel prosieguo della seduta della seconda commissione consiliare, riunita nel plesso di via Asbesta in prosecuzione della convocazione di ieri.
Su invito del vice presidente Giuseppe Rabbito, che ha coordinato i lavori, hanno partecipato l'assessore alle Politiche scolastiche, Roberta Boscarino, il dirigente Borgione e il funzionario dell'Edilizia scolastica, Luciano Bordieri, oltre alla dirigente della scuola, Valeria Nicosia, e i rappresentanti dei genitori.
I due dirigenti comunali e i tecnici dei rispettivi settori si incontreranno nei primi giorni della prossima settimana e concorderanno una soluzione contro i doppi turni all'Archia dopo avere studiato la distribuzione degli alunni e la disponibilità delle aule. La proposta sarà poi illustrata alla seconda commissione che ha deciso di riunirsi nuovamente venerdì prossimo. Un'aiuto al superamento del problema sarà dato anche dalla nuova disponibilità di aule che si creerà con il completamento dei lavori di manutenzione straordinaria al plesso di via Temistocle dell'Istituto “Chindemi” e con la consegna della nuova scuola di via Calatabiano. La prima, secondo quanto riferito da Borgione, sarà utilizzabile entro metà mese; la seconda, invece, alla ripresa delle lezioni dopo la pausa natalizia considerando i tempi – un mese circa – necessari all'Enel per il collaudo di una nuova cabina elettrica realizzata a servizio del plesso. Presenti alla seduta, oltre a Rabbito, c'erano i consiglieri Alfredo Boscarino, Gaetano Bottaro, Chiara Catera, Simona Princiotta e Salvo Sorbello. Hanno partecipato, pur non essendo componenti, Gaetano Firenze, Gaetano Malignaggi e Gianluca Romeo.
«Abbiamo partecipato all’odierna seduta della commissione pubblica istruzione dedicata ai problemi della scuola Archia ed abbiamo cercato di suggerire proposte e soluzioni concrete ad un’Amministrazione che è apparsa obiettivamente del tutto inadeguata, lo affermano Salvo Sorbello – Cetty Vinci consiglieri comunali di Siracusa.
Ci chiediamo come si possa da un lato propagandare il progetto Piedibus per far andare gli alunni a scuola a piedi e dall’altro proporre che centinaia di bambini si spostino, come pacchi postali, dalla Pizzuta ad Ortigia o a Grottasanta, come è stato prospettato stamattina?
Purtroppo questo è anche il risultato dei tanti cambi di assessori in una rubrica, come quella scolastica, che impone seria programmazione. Ed invece stamattina è addirittura emerso come il Comune non abbia fornito alcuna risposta alle tante sollecitazioni scritte provenienti dalla Scuola, come hanno evidenziato la dirigente e la genitrice presidente del consiglio di istituto. Serve invece una vera alleanza scuola-famiglia, oggi più che mai in una città come la nostra dove l’amministrazione è certamente carente. Abbiamo quindi condiviso la proposta di tenere una nuova seduta della commissione domani, proprio nei locali dell’Archia, per offrire sul posto risposte concrete e immediate, che l’Amministrazione, incapace finora, potrà poi attuare.

Pubblica su Facebook