Prorogata al prossimo anno la mostra “La Porta dei Sacerdoti. I sarcofagi egizi di Deir el-Bahari”

La mostra “La Porta dei Sacerdoti. I sarcofagi egizi di Deir el-Bahari. Esposizione e restauro in pubblico”, realizzata dall'Istituto Europeo del Restauro in collaborazione con i Musées Royaux d'Art et d'Histoire di Bruxelles (MRAH) ed il Comune, è stata prorogata al 15 aprile del prossimo anno. La mostra si inserisce nel programma delle celebrazioni per il 2750° anniversario della fondazione di Siracusa ed espone il cuore della collezione egizia dei Musées Royaux d'Art et d'Histoire di Bruxelles: i reperti ritrovati nel secondo nascondiglio di Deir el-Bahari, risalenti alla XXI Dinastia e appartenenti al corpo Sacerdotale di Amon.
Inaugurata a marzo, la mostra ha registrato un rilevante numero di visitatori, soprattutto giovani e giovanissimi che nell’ambito dei programmi scolastici hanno avuto modo di visitare l’esposizione e di godere del dialogo interattivo con i tecnici impegnati nel restauro in diretta dei reperti.
La comunicazione ufficiale della proroga sarà data lunedì 6 novembre, nel corso di una conferenza dal titolo “La Seconda Cachette di Deir el Bahari.
I sarcofagi dei Sacerdoti di Amon. Dialogo su Archeologia e Turismo” in programma al Salone Borsellino di palazzo Vermexio alle 18.
Previste le relazioni del vice sindaco, Francesco Italia, di Giuseppe Rosano, presidente di “Noi Albergatori Siracusa”, del curatore della mostra, Luc Delvaux, che è anche Conservatore della Collezione Egizia Dinastica e Greco Romana dei Musei reali di Bruxelles, di Elisa Fiore Marochetti, egittologa della Città Metropolitana di Torino, di Francoise Labrique, ordinario di Egittologia all'Università di Colonia, e di Isabella Rosati del MRAH.


Pubblica su Facebook