Priolo, aggredisce la figlia di una vicina di casa: denuncia

I carabinieri del Stazione di Priolo Gargallo, impegnati in un servizio di controllo del territorio, hanno ricevuto una richiesta d’intervento di una cittadina priolese a causa di un’aggressione alla figlia da parte di una vicina di casa. Nello specifico, la cittadina richiedente l’intervento dell’Arma, ha sostenuto che al momento del rientro da scuola della figlia, la vicina di casa le avrebbe sbattuto il portone d’ingresso condominiale su una gamba. La situazione litigiosa fra le parti in causa, già perfettamente conosciuta dai Carabinieri di Priolo, ha permesso di delineare immediatamente i contorni della vicenda e di prendere i provvedimenti del caso. Tranquillizzata la vittima, i militari dell’Arma l’hanno invitata a sporgere denuncia per quanto accaduto ed è stata resa edotta circa le proprie facoltà di legge.
• Nel corso della serata di mercoledì, i Carabinieri della Stazione di Avola, impegnati in servizio di perlustrazione sul territorio di competenza, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di evasione G. CARBÈ, 21enne, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia ed attualmente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Nella serata, infatti, i militari della Stazione, nel corso dei controlli lungo le vie del comune di Avola hanno notato, intento a parlare con un conoscente, G. CARBÈ, che non esponeva alcuna valida giustificazione per il volontario allontanamento dalla detenzione domiciliare. Condotto in caserma, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e successivamente, al termine delle formalità di rito, è stato nuovamente tradotto presso il proprio domicilio, a disposizione dell’autorità giudiziaria di Siracusa.

Pubblica su Facebook