Presentata un’interrogazione all’Ars sul trasferimento della Port Authority

Un colpo a sorpresa sotto il naso dei nostri rappresentanti parlamentari nazionali; con la strategia temporale dei due anni assegnati con il Decreto alla durata della sede della Port Autority catanese, per poi (?) ritornare ad Augusta. Come sappiamo il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha firmato nei giorni scorsi il decreto che istituisce a Catania, per un periodo di due anni, la sede dell'Autorità di sistema portuale del Mar di Sicilia Orientale, rispetto alla originale previsione di Augusta.
La scelta su Catania - specifica il ministero, nelle ultime ore, - è stata compiuta in seguito alla richiesta della Regione Siciliana, cui è stata data risposta positiva, specificando che si tratta di sede transitoria per un periodo di non più di due anni.
Sul sito del Ministero è possibile visualizzare la richiesta motivata della Regione Siciliana al link http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/riforma-porti-pnpl-auto rita-di-sistema-portuale-catania/autorita-di-sistema.
Sabato scorso, a proposito della decisione del ministero, in una nota Ansa, il governatore siciliano Rosario Crcoetta aveva detto: “Mi dispiace molto essere tirato in ballo per conflitti tra Catania e Augusta sull'autorità portuale. L'organizzazione dei porti di interesse nazionale non è di competenza della Regione ma del ministero delle Infrastrutture, quindi invito tutti a non chiedere al presidente di prendere parte a possibili conflitti tra città siciliane”. Contestualmente ritorna la nota del governatore di parte (partigiano dei catanesi): “Tutta la corrispondenza col Ministero delle Infrastrutture, è stata finalizzata a chiedere il rinvio delle autorità portuali così come sono. Infatti, la nota del 12 settembre 2016 prot. 15404 da me inviata, si conclude con la richiesta di mantenimento dell'autonomia finanziaria ed amministrativa dell'Autorità. In pratica, abbiamo chiesto al Ministero di rinviare la costituzione dell'autorità unica per la Sicilia orientale di 3 anni. In atto circola in rete una ricostruzione parziale, in cui non viene riportata la parte finale della mia comunicazione”. Insomma, siamo dinanzi ad una strategia dello scarica barile creata ad hoc. Guarda caso in un momento pre-elettorale, quando si prepara un periodo giusto di due anni per completare il ciclo elettorale: regionali, provinciali, comunali e nazionali. Intanto ieri mattina l’on. Vincenzo Vinciullo, ha presentato un’interrogazione parlamentare con la quale chiede al Governo regionale di sapere se conosce il provvedimento con il quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avrebbe deciso di trasferire la sede dell’Autorità Portuale dal Porto di Augusta a quello di Catania. “Augusta è sede di porto Core-Network, mentre Catania non lo è, cosa che il signor Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti dovrebbe sapere”.

comments powered by Disqus