Neoplasie femminili del cancro al seno, in Sicilia è dedicato il ‘Bra day’, la giornata mondiale

Il tema della prevenzione è stato discusso al presidio ospedaliero Cervello di Palermo con un incontro con gli studenti dell’ultimo anno di alcuni istituti superiori per sensibilizzarli sul tema della prevenzione alla lotta contro i tumori. È il tumore più frequente nelle donne e rappresenta il 29% di tutte le neoplasie femminili. Ogni anno in Sicilia vengono diagnosticati 2500 nuovi casi di cancro al seno, 50mila in tutta Italia. Ma la buona notizia è che sempre più spesso si guarisce da questa malattia. Importante la diagnosi precoce per aumentare la percentuale di sopravvivenza ma anche per una migliore qualità di vita dopo l’intervento. È proprio al percorso che deve affrontare la donna in caso di tumore alla mammella è dedicato il bra day, la giornata mondiale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria: “Ancora oggi purtroppo le donne non sanno che possono essere, che hanno il diritto di essere ricostruite durante l’intervento demolitivo per tumore della mammella. Questo ovviamente crea un gap perché la donna ha paura, ha paura di perdere la propria femminilità, la propria immagine corporea, di essere mutilata. Noi dobbiamo scardinare queste paure, dobbiamo dire alle persone, dobbiamo dire alle donne che si devono controllare e devono affrontare l’intervento con serenità perché non perderanno nulla”. In Sicilia l’evento si è svolto all’Ospedale Cervello di Palermo inserito tra i centri di riferimento regionali denominati unità senologiche. Presenti all’incontro anche gli studenti dell’ultimo anno di alcune scuole superiori. La manifestazione si propone anche di sensibilizzare i giovani sulla lotta ai tumori sull’importanza dei corretti stili di vita.

Pubblica su Facebook