Liste chiuse per le Politiche 2018 Si rafforza F.I., sinistra lacerata

Giochi fatti per liste dei candidati alla Camera e al Senato in vista delle elezioni politiche del 4 marzo. Forza Italia ha definito. Tra i sei collegi plurinominali della Camera dei deputati, in quello della Sicilia Orientale la capolista è Stefania Prestigiacomo. Una conferma per la parlamentare forzista uscente, che dal 1992 ricopre un posto a Montecitorio ed è stata anche ministro dell’Ambiente in uno dei governi Berlusconi. Tra le candidature siracusane meglio piazzate nelle liste dei collegi uninominali figura la giovane avvocata Nicoletta Piazzese, ex presidente del Wwf e consulente della Sogesid, indicata dalla Prestigiacomo.
Per quanto riguarda il Senato per la Sicilia orientale, subito dopo la capolista Gabriella Giammanco, deputata palermitana, c’è il senatore siracusano uscente Bruno Alicata. Per palazzo Madama è in corsa anche l’ex sovrintendente Mariella Muti.
Nel Partito Democratico la lista dei candidati ha scontentato tutti a cominciare dall’ex assessore regionale Bruno Marziano, il quale non è stato candidato al Senato. La scelta è caduta sul segretario regionale del Pd, Fausto Raciti per il collegio della Sicilia Orientale.
Il partito democratico siracusano per i prossimi 5 anni non sarà rappresentato da alcun deputato o senatore: evento epocale da paragonare all’esclusione dell’Italia dai mondiali di calcio. Marziano, che comunque sosterrà la candidatura di Raciti, la prende con filosofia: “Se così stanno le cose, significa che personalmente chiudo definitivamente con la politica”. Rielezione non sicura per la parlamentare siracusana uscente Sofia Amoddio, collocata al secondo posto della lista per il proporzionale alla Camera dei deputati. Le proiezioni e i sondaggi elettorali indicano la possibilità per il Pd di prendere un solo deputato per cui la Amoddio rischia di non tornare sullo scranno di Montecitorio.
Alessandra Furnari, chiaramente sponsorizzata dal sindaco Garozzo, a sorpresa, è stata inserita al terzo posto del collegio Sicilia 02 (Catania, Messina, Siracusa) …”rischiando” di diventare senatrice.
Delusione e arrabbiatura si legge nei volti dei componenti del movimento Liberi e Uguali. Più che la scelta di collocare come capolista per il proporzionale l’ex segretario nazionale della Cgil, Guglielmo Epifani, ha provocato un sommovimento in provincia l’esclusione dai posti che contano in lista del parlamentare nazionale uscente Pippo Zappulla. “E’ stata una mancanza di rispetto verso il territorio”, commenta amaro Zappulla, che non ha preferito non candidarsi, pur affermando che intende “appoggiare la candidatura di Epifani perché il progetto è quello giusto”.
Per quanto riguarda le altre candidature di Liberi e Uguali, per il collegio Sud si profila quella dell’avolese Paolo Randazzo, mentre per Siracusa, in lizza c’è la docente Cristina De Caro. Elenco dei candidati completo anche per il movimento cinque stelle. Per quanto riguarda i candidati nei collegi regolati dal maggioritario emerge il nome del siracusano Paolo Ficara per il seggio uninominale alla Camera. Al Senato, invece, la scelta è caduta su Pino Pisani, già vicesindaco e assessore all’Ambiente nella Giunta pentastellata di Augusta. Sempre per la circoscrizione Sicilia 2, la scelta è caduta sulla deputata uscente, la rosolinese Maria Marzana.
Giuseppe Patti, coordinatore cittadino dei Verdi di Siracusa e responsabile nazionale per la Legalità e contrasto alle ecomafie, guiderà come capolista la lista Insieme (Verdi-Socialisti-Area Civica) nel collegio plurinominale Sicilia 2-03 per la Camera dei Deputati, che comprende la totalità della provincia di Siracusa, buona parte della provincia di Ragusa e la zona sud della provincia di Catania.
Infine, il candidato premier Luigi Di Maio sarà a Siracusa venerdì. Nel contesto del tour “Rally per l’Italia. A tutta velocità verso il governo”, di pomeriggio terrà un incontro al centro convegni del santuario della Madonna delle lacrime.

Pubblica su Facebook