Jobs Act autonomi: più tutele welfare e formazione

La legge n. 81 del 22 maggio 2017 nota come Jobs Act autonomi, prevede nuove garanzie per i lavoratori autonomi (subordinati o parasubordinati) nella gestione dei contratti con la committenza e amplia le tutele previdenziali in caso di malattia, infortunio e maternità. Vengono riconosciuti, inoltre, incentivi fiscali per le spese di formazione e di aggiornamento professionale dei lavoratori autonomi e misure di sostegno per l’ingresso e il reinserimento nel mercato del lavoro. Questi temi sono stati trattati nel corso di un incontro organizzato da Cna Siracusa all’ITIS “Enrico Fermi”.
Argomento trattato la legge n. 81 del 2017, meglio nota come “Jobs Act” dei lavoratori autonomi nella quale per la prima volta vengono inserite garanzie e tutele fino ad oggi previste esclusivamente per i lavoratori subordinati o parasubordinati.
Dopo i saluti di Maria Iangliaeva Gallitto, presidente provinciale di Cna Professioni, di Antonino Butera, presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Siracusa, del dirigente dell’ Itis “Enrico Fermi” il professor Antonio Ferrarini, particolarmente soddisfatto di aver ospitato una simile iniziativa su un argomento legato a doppio filo al futuro professionale dei propri studenti e di Alessandro Abbruzzo in rappresentanza di Massimo Conigliaro, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e Contabili della provincia di Siracusa, il vicesegretario di Cna Siracusa Gianpaolo Miceli ha moderato i vari interventi, partendo da quello di Cristiana Alderighi, coordinatrice nazionale di Cna Professioni che ha spiegato in linea generale le novità introdotte dalla nuova normativa, a partire dalle maggiori tutele contrattuali, previdenziali e di deducibilità fiscale.
Gli stessi argomenti sono poi stati approfonditi nel dettaglio dai due “tecnici” di Cna Professioni, Gianluca Bonanomi e Valentina Formichella, responsabili rispettivamente delle relazioni sindacali e fiscali di Cna nazionale.
E’ stato infine il presidente nazionale di CNA Professioni, Giorgio Berloffa a chiudere l’incontro, ricordando soprattutto ai ragazzi presenti come i profondi cambiamenti del mondo del lavoro, passato da “fisso” a “smart”, da “rigido” ad “agile” possano diventare un’opportunità di crescita personale e lavorativa per tutte le nuove professioni, specie da quando le moderne tecnologie hanno abbattuto di fatto ogni limite in tal senso. Opportunità che comincia finalmente a diventare completa proprio grazie alla legge 81/2017.
“Le attività di CNA Siracusa in sinergia con gli ordini professionali ma in primo luogo con le scuole rappresentano un momento di informazione e formazione importantissimo, da sempre al centro del nostro impegno – ha dichiarato Maria Iangliaeva Gallitto, presidente provinciale di CNA Professioni Siracusa a margine dell’incontro – parlare di lavoro autonomo a una platea di giovani significa di fatto anticipare, per molti di loro, quello che sarà il futuro lavorativo che li aspetta. E a giudicare dall’attenzione con la quale questi ragazzi hanno seguito gli interventi è evidente che il messaggio sia arrivato a destinazione”.

Pubblica su Facebook