Ex Provincia, in arrivo gli 11 mln di euro I lavoratori sospendono il presidio

Primo passo in avanti nella vertenza dei lavoratori dell’Ex Provincia regionale. La Regione, infatti, ha confermato che il decreto 335, con cui si stanziano gli annunciati 11.095.747,46 euro, era già stato registrato negli uffici Ragioneria e inviato alla Tesoreria, che si occuperà dei mandati di immediato pagamento.
A fronte di tale notizia, i lavoratori hanno annunciato che il presidio sarà sospeso, ma solo dopo le 14 di domani. Una decisione maturata anche a seguito del confronto con i segretari generali della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil - rispettivamente Franco Nardi, Daniele Passanisi e Alda Altamore – ma anche di Ugl e Csa. «Ovviamente ribadiamo che, se è vero che siamo riusciti ad avere certezza sulla registrazione del decreto alla Ragioneria regionale e che sarebbe pronto a giungere in Tesoreria, è altrettanto vero che non abbiamo certezza che in questa fase di tempi tecnici per l’erogazione, non insorga qualche inghippo che blocchi di nuovo i pagamenti. Da qui la nostra posizione di costante monitoraggio acché, finalmente, i soldi arrivino». I tre sindacalisti rimarcano ancora che «il decreto contempla i pagamenti fino a dicembre 2017.
Dopo cosa accadrà? Ad oggi non abbiamo alcuna notizia in merito alle sorti future dell’Ente. E ancora: «Chiederemo in tempi brevi un incontro con il nuovo governo regionale – proseguono Nardi, Passanisi e Altamore – perché solleciti il Governo nazionale per la cancellazione del prelievo forzoso operato nel capitolo destinato alle ex Provincie e affinché venga assicurato il futuro sia dell’Ente sia dei suoi lavoratori, diretti e in house (Siracusa Risorse)».

Pubblica su Facebook