Elaborazione dei piani distrettuali «dopo di noi»

Il Distretto Socio Sanitario n. 48, il cui Capofila è il Comune di Siracusa, ha tenuto la Conferenza di Servizi, presieduta dall’assessore Giovanni Sallicano, alla presenza dei rappresentanti degli altri enti locali e dell’ASP di Siracusa.
Nell'incontro sono stati presentati gli indirizzi operativi forniti dalla Regione, ai fini dell’elaborazione dei Piani Distrettuali “Dopo di Noi”, a cui ha fatto seguito il tavolo tematico coordinato dai tecnici dei Comuni facenti parte dell’Ambito territoriale.
Ha introdotto l’assessore Sallicano, il quale ha ricordato al pubblico presente le finalità della misura, che pone al centro la persona con disabilità grave col quale costruisce un progetto individuale. La disabilità è definita dalla L. 104/1992 e non deve essere determinata dal naturale processo di invecchiamento e dalle patologie ad esso collegate. Riguarda i disabili che hanno perso qualsiasi sostegno familiare e che non sono in grado di badare al loro sostentamento autonomamente. La L. 112/2016 prevede, inoltre, l’introduzione dell’istituto giuridico del “trust”, con cui si rende inattaccabile dai creditori il patrimonio per destinarlo alla sussistenza futura del figlio, la cancellazione dell’imposta di successione e di donazione, l’esenzione IMU. Prevista anche la possibilità di istituire vincoli di destinazione e fondi speciali anche a favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale, la costituzione di un fondo specifico con l’obiettivo di finanziare misure a favore di percorsi di de istituzionalizzazione, di interventi innovativi di residenzialità con la creazione di soluzioni alloggiative di tipo familiare o di co-housing, ovvero di interventi di permanenza temporanea in una soluzione abitativa extrafamiliare per far fronte a determinate esigenze, nel quadro del raggiungimento del maggior livello possibile di autonomia per le persone con disabilità. Attualmente gli interventi finanziati, hanno durata biennale 2018-2019 con previsione di un’ulteriore annualità 2020 ed i fondi ammontano, salvo impinguamento, a circa 450.000 euro, che -secondo l’Assessore Sallicano- non risultano del tutto adeguati alle ambizioni del legislatore. Ciò non toglie che gli enti preposti garantiscano il loro impegno ed ogni sforzo per ottenere quanto programmato.
Dopo ampio dibattito, al quale sono intervenuti il rappresentante dell’ASP, dottore Micale, gli assessori alle Politiche sociali di altri comuni, il sindaco di Ferla, Michelangelo Giansiracusa, il segretario ANFFAS (Associazione Famiglie di Disabili Intellettivi e/o relazionali) il rappresentante dell’Ente Nazionale Sordomuti, la dottoressa Maria Distefano e la dottoressa Graziella Zagarella (rispettivamente dirigente e responsabile della Posizione organizzativa del Settore Politiche sociali del Comune di Siracusa), sono stati approvati sia il Protocollo di intesa tra Distretto Socio Sanitario 48 e ASP di Siracusa sia le conseguenti Linee Guida. L’iter di studio e di ulteriore approfondimento, all’esito del reperimento di tutti i dati utili e della cernita dei cittadini aventi diritto ed interessati all’intervento (banca dati disabilità), dovrà essere concluso entro il 12 marzo 2018.

Pubblica su Facebook