Dal Fondo europeo arrivano in Sicilia 16 milioni per interventi nella pesca

Dal Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) arriveranno agli operatori siciliani finanziamenti per un ammontare di 16 milioni di euro. I contenuti dei bandi sono stati illustrati a Porticello frazione di Santa Flavia nel palermitano, nel corso di un incontro organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Regione. Ad illustrare le misure contenute nei bandi e le opportunità per il settore pesca è stato Dario Cartabellotta, dirigente generale del Dipartimento Regionale per la pesca mediterranea.
I fondi Feamp puntano a creare le condizioni per accelerare il pieno dispiegamento dell’economia blu. La misura «Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale» è rivolta ai giovani pescatori under 30 che decidono di svolgere un tirocinio a bordo di una barca al fianco di un pescatore esperto over 50, per la durata di due anni, con un premio per il tirocinio di 40 mila euro. L’obiettivo è «migliorare la capacità progettuale e gestionale delle imprese». È la misura con il finanziamento più cospicuo: 9 milioni.
Con la misura «Limitazione dell’impatto della pesca sull’ambiente marino e adeguamento della pesca alla protezione della specie» viene finanziato «l’investimento in attrezzi selettivi che riducono i rigetti in mare». Il fondo è di 2,513 milioni. C’è poi una misura che punta alla «protezione e ripristino della biodiversità e degli eco- sistemi marini», premiando gli operatori che contribuiscono a ridurre l’impatto dei rifiuti in mare. I beneficiari del fondo di 1,8 milioni saranno il Cogepa e i pescatori associati. La misura
«Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate» prevede un fondo di 2,466 milioni destinato ai pescatori per migliorare il prosotto. La misura «Valorizzazione e commercializzazione prodotto ittico: fresco o trasformato, pescato o di allevamento» prevede uno stanziamento di 400 mila euro per gli istituti alberghieri, luogo privilegiato della formazione dei futuri esperti di ristorazione e turismo.

Pubblica su Facebook