Chiusa la sessione consiliare con i debiti fuori bilancio

Il Consiglio, in seconda convocazione, ha approvato un unico provvedimento, il riconoscimento dell'altro debito fuori bilancio posto all'ordine del giorno della seduta, ammontante a 4.746 euro.
Il numero legale è venuto meno alla conclusione del dibattito sull'atto di indirizzo, primo firmatario e relatore in aula il consigliere Alberto Palestro, sulle “Politiche scolastiche del Comune”.
“Un atto di indirizzo- ha detto tra l'altro Palestro- che vuole ridare protagonismo all'Ente. Il Comune dovrà far parte di un tavolo tecnico, insieme all'Ufficio scolastico territoriale, ai dirigenti scolastici e ai rappresentanti dei genitori per una scuola migliore”.
Il consiglio comunale con il presente atto di indirizzo impegna l’amministrazione ad avviare un nuovo processo di Politiche Scolastiche del territorio di Siracusa a competenza comunale (istituti comprensivi – infanzia – elementari - medie), interventi sotto tutti i punti di vista, primo, in particolare, quello inerente la sicurezza degli edifici scolastici, ma anche dal punto di vista gestionale, cui, si ritiene l’A.C., proprietaria e/o locataria degli immobili, debba rappresentare parte organica nelle Politiche Scolastiche attraverso anche convenzioni, ed accordi con i soggetti interessati quali l’Ufficio Provinciale Scolastico (ex Provveditorato agli studi) e Dirigenti Scolastici.
Il dibattito in consiglio ha visto il contributo dei consiglieri Gaetano Firenze per il quale “Quello sulle problematiche scolastiche è un dibattito cittadino con molta ipocrisia. Questo atto di indirizzo permetterebbe all'amministrazione attiva di imporre ai dirigenti scolastici dei limiti logistici agli immobili concessi”; e di Carmen Castelluccio, che invece ha ricordato il “Percorso virtuoso avviato da questa Amministrazione in un'ottica di costruzione e partecipazione: occorre continuare nel confronto tra scuola, famiglie ed Istituzioni”. Alla fine sono rimasti in aula solo in 15 ed il presidente Armaro ha sciolto la seduta, l'ultima del 2017.

Pubblica su Facebook