«Ars: 21 milioni e mezzo per le Province, “500 mila euro per i comuni in dissesto tra cui Augusta

L’Assemblea regionale vara due leggi delicate: approvato l’assestamento di bilancio, il cosiddetto “collegato”, le norme stralciate dalla Finanziaria e in attesa all’Ars dal 29 aprile. Da quando, cioè, l’Ars ha votato l’ultima legge prima di oggi. Da allora sono passati cento giorni. Al centounesimo «l’Assemblea è tornata a votare approvando i disegni di legge sul Rendiconto Generale sull’assestamento di Bilancio - lo dichiara l’on. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’Assemblea Regionale Siciliana nel corso della conferenza stampa di stamane e relatore di tutti e tre i disegni di legge.
Nel corso di una conferenza stampa, sono stati illustrati i contenuti dei Disegni di Legge approvati. Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.In particolare: 21.5 milioni di euro per le ex Province. 1,1 milioni di euro per i Comuni che hanno stabilizzato i precari, fra cui Francofonte. 500 mila euro per i Comuni in dissesto, fra cui Augusta. 8 milioni per gli sportellisti, che si aggiungono ai 6 già assegnati. 3,9 milioni per i lavoratori dell’Irsap. Approvato il provvedimento per accelerare la vendita dei beni immobili dell’ex ASI. Concessi i contributi ai Comuni per la redazione del piano amianto. Norme in materia di Confidi. Istituito un fondo a sostegno delle imprese danneggiate dalla presenza di cantieri. Liquidata Riscossione Sicilia S.p.a. Norme sul contenimento della spesa sugli affitti d’oro. Norme sulla composizione dei Collegi dei revisori degli Enti locali. Introduzione dell’agricoltura sociale. Norme a favore delle farmacie. Introduzione delle borse di studio in medicina generale, sanata la posizione dei medici ammessi con riserva e in sovrannumero. Esenzione della tassa demaniale marittima in occasione di feste religiose. Qualificazione dell’ARPA, applicazione ai dipendenti del contratto collettivo nazionale di lavoro sanità. Esenzione per le palestre che non svolgono attività d’impresa dagli obblighi previsti dalla legge 29/2014. Disposizioni per snellire le procedure per la realizzazione di linee elettriche in bassa tensione. Regolarizzazione di stanze di pensione per il personale regionale.
Non approvato invece il Disegno di Legge che consentiva la fusione fra il Consorzio per le Autostrade Siciliane e l’Anas. Nel corso della conferenza stampa, è stato distribuito un opuscoletto sull’attività svolta dall’On. Vinciullo, soffermandosi sul fatto che su 114 leggi approvate è stato relatore di ben 35 Disegni di Legge. Un record non solo in questa la Legislatura ma nei 70 anni dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Pubblica su Facebook