Ance Sicilia, in vigore da ieri il nuovo prezziario regionale

Parte la semplificazione nel settore delle opere pubbliche in Sicilia. E’ già in vigore da oggi, senza attendere i tempi di pubblicazione in Gazzetta ufficiale, ma con la semplice pubblicazione sul sito web dell’assessorato regionale alle Infrastrutture, il nuovo Prezziario unico regionale per i lavori pubblici in Sicilia, grazie ad un apposito decreto firmato ieri in tempi rapidissimi dal nuovo assessore Marco Falcone.
Il nuovo Prezziario si propone di colmare una lacuna nel nostro sistema, nella considerazione che i costi della sicurezza sono caratteristiche proprie del cantiere e non possono essere determinati da percentuali di incidenza sul costo delle lavorazioni, richiedendo invece una stima analitica. Il documento individua 108 voci di costo, la cui determinazione è stata effettuata sulla base di precise analisi dei costi elementari delle lavorazioni desunte dalle indagini di mercato, tenendo conto dei costi medi della manodopera sul territorio della Regione Sicilia e, ove possibile, dei costi desunti dal Prezziario Regionale OO.PP.. L’opera si propone, quindi, come strumento per redigere la stima dei costi per la sicurezza in modo completo ed analitico per voci singole a corpo o a misura, sulla base di quanto previsto dalle disposizioni vigenti. In attesa di un suo recepimento nel prezziario Regionale OO.PP., si auspica che divenga da subito uno strumento d’uso nel sistema dell’edilizia e della sua filiera, in quanto atto, accanto all’impegno delle forze sociali ed istituzionali, a contribuire alla riduzione del preoccupante fenomeno degli incidenti e morti nei luoghi di lavoro.
Il nuovo Prezziario, frutto dell’intenso lavoro di aggiornamento condotto dal Dipartimento regionale tecnico insieme alla commissione consultiva formata dai rappresentanti delle imprese, dei tecnici professionisti e dei sindacati dei lavoratori, recepisce anche le innovazioni del mercato, come la tecnologia di posa tubi e impianti in sede stradale senza ricorso a scavi e trincee.
Il presidente di Ance Sicilia, Santo Cutrone, insieme al direttore Giuseppe La Rosa, ha incontrato oggi l’assessore Falcone per fare il punto sulla situazione dei progetti, degli investimenti e dei cantieri per l’infrastrutturazione della Sicilia e, nell’occasione, lo ha ringraziato per la celerità e lo spirito innovativo col quale ha subito completato l’iter del rinnovo del Prezziario.
“Celerità e spirito innovativo – ha concluso Cutrone – con il quale l’assessore Falcone ci ha assicurato che affronterà anche la complessa questione dello sblocco del mercato delle opere pubbliche nell’Isola”.

Pubblica su Facebook