Al via il bando per l’affidamento del servizio idrico: appalto da 14 mln euro

E’ stato dato l’avvio alla pubblicata della procedura per l’affidamento del servizio idrico integrato a Siracusa. Il dirigente del settore Ambiente, Vincenzo Migliore, ha approvato bando e disciplinare di gara, capitolato tecnico, carta dei servizi, piano economico finanziario e relativa relazione in merito alla procedura per l’affidamento del servizio idrico integrato nel capoluogo.
Appalto da 14 milioni 182 mila euro per dare seguito, dopo la scadenza del contratto con Siam e la successiva proroga concessa.
Una gara necessaria in attesa che l’Ati, ancora in fase embrionale, avvii la propria attività. Il Comune dovendo assicurare la continuità della gestione ha quindi provveduto in primis a prorogare il servizio alla Siam fino a settembre, in attesa e nella speranza che la gara bandita possa concludersi entro quella data. L’importo complessivo del bando è di 14 milioni 182mila 500 euro oltre Iva. Somma quantificata dall’ente e che il privato potrà recuperare con i proventi della tariffa relativa ai consumi di acqua e di fognatura emessa a carico degli utenti. La gara prevede la cosiddetta “clausola di salvaguardia” per i lavoratori già impegnati nella gestione del servizio e dovrebbe avere la durata di 12 mesi, prorogabile per altrettanti 12.
E tutto, quindi, in attesa del percorso avviato dall’Ati che sta lavorando con i sindaci della provincia ma è ancora sprovvista del piano d’ambito necessario per poter pensare a qualsiasi tipo di gestione. Quello che sarà pubblicato entro la prossima settimana sulla Gazzetta europea potrebbe essere l’ultimo bando di gara riferito al solo capoluogo.

Pubblica su Facebook