Ad Ortigia semioscurità in troppe vie

Da qualche settimana nel Centro Storico sono iniziati i lavori di “Relamping”, ovvero la sostituzione delle lanterne e delle lampade dell'illuminazione pubblica; si passa quindi alle più innovative lampade Led. Grienti e Gibilisco:, consiglieri quartiere Ortigia.“Riteniamo che sia un progetto economicamente conveniente per la collettività poiché con questa tipologia di lampade si risparmierà e anche parecchio, ma questo risparmio non deve significare un “risparmio” della luminosità visto che è palese che con la sostituzione molte vie di Ortigia sono carenti di luce, come ad esempio via del Teatro, via dei Santi Coronati, via delle Vergini, piazzetta San Rocco, lunghi tratti di Lungomare di Levante e Piazza San Giuseppe che è per tre quarti al buio.
A questo punto ci chiediamo a chi sia venuta in mente questo tipo di illuminazione visto che la luminosità risulta essere molto bassa e quindi carente in alcune zone, ma soprattutto il perchè sia stata scelta la luce bianca. (fredda) piuttosto che quella più consona al contesto Centro Storico e più luminosa luce gialla (calda).
Naturalmente la differenza di luminosità tra una lanterna vecchia (più luce) ed una nuova (meno luce) è palese nonostante quelle vecchie abbiano i vetri molto sporchi; figuriamoci a breve quando i vetri di quelle nuove cominceranno ad imbrattarsi e quindi a far trapelare meno luce.
Un altro aspetto da non sottovalutare è che la maggior parte dei corpi illuminanti sono posti allo stesso livello dei balconi delle abitazioni ortigiane e, per assurdo, incrociando lo sguardo verso la lanterna ci si abbaglia, cosa che prima non accadeva.
Quindi, visto che siamo ancora alla fase iniziale di istallazione, non sarebbe il caso di usare lampade Led con un voltaggio superiore? Non si potrebbero usare lampade Led di colore giallo più adatte al contesto Centro Storico? Ribadiamo di essere ampiamente favorevoli a questo progetto, ma che lo stesso necessita di essere ottimizzato poiché una luminosità minore coincide con una minore sicurezza”.

Pubblica su Facebook