425 mila euro per il centro operativo della protezione civile di Buscemi»

L’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità ha emanato il Decreto per la realizzazione dei lavori di recupero di un’area storica mediante la ristrutturazione di un fabbricato diroccato da adibire a Centro Operativo per la Protezione Civile nel Comune di Buscemi.
Tale progetto rientra nell’intervento strategico predisposto dalla Regione per il Recupero e la Rifunzionalizzazione, finalizzati al miglioramento della qualità della vita ed allo sviluppo sostenibile dei Comuni della Regione Siciliana. Lo comunicano Sebastiano Carbè, sindaco di Buscemi, e l’on. Vincenzo Vinciullo, presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.
Il decreto, che è già stato trasmesso per la registrazione alla Ragioneria Centrale dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, prevede un impegno di spesa di 425 mila euro così suddiviso: 100 mila euro per 2017 e 325 mila euro per il 2018. Ciò significa che entro il 31 dicembre 2018 l’opera deve essere completata e collaudata.
Un’opera strategica per il Comune di Buscemi, ha concluso il Sindaco Carbé, che risponde a due direttive ben precise: da una parte quella di recuperare un’area storica di notevolissimo valore mediante la ricostruzione di un fabbricato ormai abbandonato e distrutto dal tempo, dall’altra la realizzazione di un Centro Operativo per la Protezione Civile che può garantire maggiore sicurezza e serenità a tutti i cittadini di Buscemi.
Ancora una volta, ha proseguito l’on. Vinciullo, la Regione Siciliana non può non prendere atto, con soddisfazione, della capacità e della competenza degli Uffici, del Sindaco e dei suoi Assessori, che hanno predisposto un ennesimo progetto immediatamente finanziato dalla Regione, inserendolo nei progetti finanziati con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2018 per gli interventi di recupero e rifunzionalizzazione di beni tendenti al miglioramento della qualità della vita e ad uno sviluppo sostenibile dei Comuni della Regione Siciliana.
Sia chiaro che è l’inizio di una lunga stagione di finanziamenti, che vedrà la maggior parte dei Comuni della provincia di Siracusa, ma anche di tutta la Sicilia, godere di questo Accordo che è stato firmato con lo Stato il 10/09/2016, meglio conosciuto come “Patto per lo Sviluppo della Regione Siciliana”.
Infine, ha concluso l’On. Vinciullo, vorrei ricordare che questo finanziamento risponde ai principi dettati dal Decreto Legislativo 23/06/2011, n.218 per la cui introduzione in Sicilia tanto mi sono battuto e adesso dà certezze dei finanziamenti a tutti quelli che li ottengono.

Pubblica su Facebook